image001Cornelio Fabro

Opere Complete – Volume 27

Søren Kierkegaard
Il problema della fede

a cura di Elvio Celestino Fontana

€ 28,00 i.i.
ISBN 978-88-89231-63-0
270 pag.
Volumi rilegati, con sovraccopertina
Formato 17×24

 

Il libro

Alla dialettica dello «Spirito universale» che media se stesso nell’assoluta identità, Kierkegaard sostituì la «dialettica della trascendenza» già annunziata in Socrate e integrata mediante l’Incarnazione di Cristo con la «dialettica della fede» […].

L’uomo moderno ha apostatato da Dio. L’opera di pensiero di Kierkegaard è nella diagnosi di questa apostasia e nell’indicazione dei rimedi per sfuggire all’incombente fallimento o tramonto di tutta la civiltà dell’Occidente che ormai per salvarsi non può avere che un nome: Cristianesimo, ovvero – come Kierkegaard precisa – «Cristianesimo del Nuovo Testamento».
image002Cornelio Fabro

Opere Complete – Volume 21

Introduzione all’Ateismo Moderno

a cura di Marcelo Lattanzio

€ 85,00 i.i.
ISBN 978-88-89231-53-1
1300 pp.
Volumi rilegati, con sovraccopertina
Formato 17×24

 

 Il libro

La situazione di Dio (da parte di Dio…) verso l’uomo non è cambiata e non può cambiare, la situazione invece dell’uomo verso Dio è nel pensiero moderno radicalmente cambiata, rispetto alle epoche precedenti e rispetto alla stessa tendenza naturale dell’uomo. Mentre nelle epoche precedenti le sporadiche affermazioni di ateismo provenivano da flessioni più o meno evidenti – e quindi ricuperabili – del principio realistico, le quali potevano essere confutate col richiamo al principio fondamentale in quanto questo manteneva intatta l’esigenza di trascendenza, il principio dell’immanenza taglia alla radice la trascendenza… La critica all’ateismo moderno non riguarda il problema di Dio ma il problema dell’essere ossia il “problema del cominciamento” posto da Cartesio e riproposto di volta in volta da Locke, Hume, Kant, Schelling, Hegel, Heidegger…, ossia il problema del rapporto coscienza-essere rispetto al fondamento. Solo chi inizia con l’ente e fa leva sull’essere può arrivare all’Assoluto di essere ch’è Dio; chi parte dal fondamento della coscienza, deve finire per lasciarsi risucchiare dalla finitezza intrinseca del suo orizzonte ossia per perdersi nel nulla di essere.

Más información en Proyecto Cultural Cornelio Fabro 

Si desea comprar los libros www.edivi.com

Deja un comentario